Nota dell’Ufficio Relazioni Sindacali

In relazione all’oggetto, la Direzione Centrale per le Risorse Umane ha testé comunicato quanto segue.

Il Decreto Legislativo 29 maggio 2017,  n. 95, contenente disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze di polizia, ha tra l’altro disposto il riordino dei ruoli direttivi e dirigenziali della Polizia di Stato a decorrere dal 1° gennaio 2018.

Negli ultimi mesi si è pertanto provveduto alla definizione delle procedure informatiche per la gestione del trattamento economico del personale dirigente della Polizia di Stato, al fine dell’aggiornamento dei trattamenti stipendiali spettanti con il cedolino di gennaio 2018.

Al riguardo, la suddetta Direzione Centrale ha rappresentato che un guasto improvviso all’hardware ha provocato uno slittamento nella lavorazione dei flussi di aggiornamento stipendiale verso NoiPa. Pertanto, al fine di aderire alle legittime aspettative del personale, è stato chiesto al M.E.F. un rinvio per l’inoltro dei citati flussi oltre la data preventivamente stabilita.

Tale situazione comporterà che l’adeguamento del trattamento economico del personale dirigente della Polizia di Stato con il cedolino di gennaio 2018, avverrà senza un adeguato controllo preventivo delle situazioni stipendiali, né in fase di collaudo né in fase di produzione.

E’  stato specificato che la predetta mancata verifica potrebbe determinare l’erogazione di trattamenti stipendiali errati, incongrui o, addirittura, mancanti, da cui potrebbero scaturire situazioni debitorie. Infatti, le condizioni e i tempi ristrettissimi di lavorazione, resi ancor più deficitari dal guasto sopra descritto, non garantiscono una corretta elaborazione. Di eventuali accertate situazioni debitorie, gli Uffici Amministrativi Contabili avranno cura di fornire informazioni agli interessati.

Premesso quanto sopra, la Direzione Centrale per le Risorse Umane ha assicurato che il personale sta lavorando con il massimo impegno per raggiungere l’obiettivo; tuttavia, è stato evidenziato che qualsiasi ulteriore inconveniente, vuoi relativo alla manutenzione evolutiva della procedura ovvero attinente all’hardware in uso, potrebbe compromettere il buon esito di tutta l’operazione.