Ricorso gratuito per il riconoscimento dei sei scatti stipendiali relativi all’art.6-bis del D.L. n.387/87

Possono aderire al ricorso per la valorizzazione dei sei scatti ai fini della riliquidazione del trattamento di fine servizio gli ex appartenenti alle Forze di polizia ad ordinamento civile (Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria ed ex Corpo Forestale) e ad ordinamento militare (Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza), in possesso di tutti i seguenti quattro requisiti:

  1. Essere stati posti in congedo;
  2. 2.  Avere avuto al momento del congedo un’età anagrafica di almeno 55 anni;
  3. Poter contare su 35 anni di servizio utili;
  4. avere avuto liquidato il TFS dopo il 30 novembre 2015.

Non possono fare ricorso, invece, coloro che sono cessati dal servizio per raggiunti limiti di età, riformati per causa di servizio o gli eredi del personale deceduto, poiché hanno già avuto valorizzati i sei scatti ai fini pensionistici.

Mentre, coloro che sono stati riformati per una patologia non riconosciuta come si dipendente da causa di servizio, possono aderire al ricorso solo se al momento del congedo potevano contare su 35 anni di servizio utile, avevano un’età anagrafica di almeno 55 anni ed hanno avuto liquidato il TFS dopo il 30.11.2015.

Il ricorso è gratuito per gli iscritti al SIULP – PENSIONATI.

Con successiva nota saranno fornite le istruzioni e la modulistica dedicata per aderire al ricorso.