Dichiarazione del Segretario Provinciale Mauro Guaetta

Il SIULP manifesta convinta solidarietà al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi vittima di volgare aggressione fisica a Milano.
Non intravede però nell’episodio, attese le sue caratteristiche oggettive e soprattutto soggettive, alcun segnale che induca a pensare ad una deriva della democrazia o peggio ad un ritorno del terrorismo.
Si tratta di un incidente di percorso che, per quanto grave, non deve autorizzare alcuna “caccia alle streghe”.
Fuori luogo e strumentali appaiono, pertanto, i tentativi di scaricare le responsabilità del gesto su chi ha la gestione della sicurezza sul territorio milanese.
I “bagni di folla” sono atto di grande coraggio e di grande sensibilità democratica, che il SIULP ritiene estremamente positivi.
Ma che espongono, purtroppo, ad episodi come quello accaduto.
La necessità di aprire una nuova stagione di come gestire l’ordine pubblico alla luce delle dinamiche sociali che si stanno sviluppando, è una riflessione necessaria ma che va fatta con pacatezza nell’interesse di uno Stato democratico.
I servizi predisposti sono stati improntati nel solco del rispetto di chi vuole manifestare dissenso, ma lo deve fare nel rispetto delle leggi e delle prescrizioni, ma con la garanzia assoluta della tutela di chi rappresenta le Istituzioni.
Ecco perché i fatti di Milano devono servire ad analizzare se l’attuale gestione, che sconta gravi carenze di risorse e uomini, è ancora idonea o bisogna attualizzarla, e non invece per cercare il solito capro espiatorio sull’onda dell’emotività.

Milano, 14 dicembre 2009