Come già anticipato, con la mensilità di gennaio verranno corrisposti gli adeguamenti retributivi conseguenti allo sblocco del tetto salariale a tutti i colleghi che ne hanno diritto.

Per quel che concerne i dirigenti ed il personale direttivo con trattamento dirigenziale, l’adeguamento economico non potrà aver luogo nel corrente mese, poiché, ai sensi della legge 1137/70, le variazioni delle posizioni economiche del personale con trattamento dirigenziale richiedono l’emissione di specifici ed individuali provvedimenti consistenti in decreti da emanarsi a cura del Dipartimento della P.S. e soggetti alla procedura di registrazione da parte dell’Ufficio Centrale del Bilancio.

Al riguardo, considerato che trattasi di circa quattromila posizioni economiche, e che il 23 del mese costituisce termine ultimo per concludere la procedura in modo da rendere possibile le erogazioni dal mese successivo, si ritiene che gli adeguamenti economici in argomento possano essere corrisposti verosimilmente con la mensilità di Marzo, unitamente agli arretrati relativi ai mesi di gennaio e febbraio.

In merito, il SIULP è già intervenuto presso l’Amministrazione ottenendo la disponibilità del Servizio T.E.P. a prendere accordi e stabilire intese con l’Ufficio centrale del Bilancio per accelerare le procedure di registrazione dei provvedimenti, allo scopo di effettuare l’erogazione dei benefici  con lo stipendio di marzo 2015.