FacebookTwitterGoogle+
Romano, incoraggiante fiducia cittadini ma anche stimolo a continuare impegno affinché il processo riformatore non stravolga efficienza del sistema.

La fotografia del rapporto Eurispes 2016, che attesta la crescita costante della fiducia dei cittadini nella Polizia di Stato, è un’ottima notizia che conferma la validità del modello, l’efficienza dell’Istituzione, la professionalità delle donne e degli uomini che vi operano ma, sono anche uno stimolo e un avviso affinché il processo riformatore, attualmente in atto per effetto della legge Madia, ammoderni il sistema senza stravolgere la sua efficienza.

Così il Segretario generale del SIULP, Felice ROMANO, commenta i dati del rapporto 2016 dell’Eurispes, dai quali emerge che la fiducia riposta dai cittadini nella Polizia di Stato è cresciuta di ben 10 punti percentuali.

Oggi, a distanza di oltre 30 anni dal varo della legge 121 del 1981 – con la quale si fece la riforma della pubblica sicurezza nel nostro Paese e con essa la smilitarizzazione della funzione di polizia e dei poliziotti con il diritto di associarsi in sindacato – nonostante le continue e assordanti campagne denigratorie, strumentalmente amplificate sui pochi casi che hanno visto protagonisti in negativo alcuni appartenenti l’istituzione, la crescita della fiducia degli italiani nella Polizia di Stato è la conferma che quella riforma è ancora valida ed efficace pur necessitando di qualche ammodernamento. Non solo; questa costante crescita di fiducia è anche il giusto riconoscimento all’impegno quotidiano del Sindacato che ha operato per migliorare le condizioni di vita e di lavoro dei poliziotti e per le migliaia di donne e uomini che quotidianamente operano ogni angolo del Paese per garantire la civile convivenza, la sicurezza e la libertà dei nostri cittadini oltre che la difesa delle Istituzioni democratiche pur con le innumerevoli difficoltà dovute alle ridotte risorse per effetto dei tagli che le esigenze di finanza pubblica hanno fatto registrare negli ultimi dieci anni.

Ecco perché, sottolinea Romano, questi dati oltre che incoraggianti devono essere anche da monito a chi sta lavorando per la riforma del sistema della sicurezza in forza della legge Madia. Oggi, più che nel 1981, occorre operare un processo di ammodernamento che, al passo con le nuove sfide che dobbiamo affrontare nella nuova società globale e multirazziale, sappiano però mettere al centro di ogni progetto la risorsa umana in quanto le donne e gli uomini che scelgono questa missione al servizio del Paese sono una risorsa insostituibile alla quale va si richiesta una professionalità sempre più crescente, ma gli deve essere garantita anche un’aspettativa professionale e di carriera adeguata e ben retribuita al pari dell’impegno richiesto.

Lanci di agenzia

Eurispes: Siulp, dati confermano validità modello Polizia

(ANSA) – ROMA, 28 GEN – Il rapporto “è un’ottima notizia che conferma la validità del modello, l’efficienza dell’istituzione, la professionalità delle donne e degli uomini” della Polizia. Lo afferma il segretario del Siulp Felice Romano commentando i dati dell’Eurispes che attestano la crescita della fiducia dei cittadini nella Polizia “Nonostante le continue e assordanti campagne denigratorie, strumentalmente amplificate sui pochi casi che hanno visto protagonisti in negativo alcuni appartenenti l’istituzione – sottolinea – la crescita della fiducia degli italiani nella Polizia di Stato è la conferma che la riforma di 30 anni fa è ancora valida ed efficace pur necessitando di qualche ammodernamento”.

I dati, dunque, “oltre che incoraggianti devono essere anche da monito a chi sta lavorando per la riforma del sistema della sicurezza in forza della legge Madia. Oggi, più che nel 1981, occorre operare un processo di ammodernamento che, al passo con le nuove sfide sappiano però mettere al centro di ogni progetto la risorsa umana”.