Riportiamo il testo della nota inviata all’Ufficio Relazioni sindacali per sollecitare il pagamento delle indennità della Polizia Postale.

“Con riferimento alla nota di codesto Ufficio Relazioni Sindacale, del 12 febbraio u.s., nella quale sono illustrati gli elementi di chiarimento in merito al continuo ritardo nel pagamento delle indennità spettanti al personale che espleta servizio in ambito ferroviario, autostradale e postale, si ritiene opportuno evidenziare che il pagamento della indennità di Polizia Postale è fermo a Marzo 2011 a differenza delle indennità di Polizia Stradale e Ferroviaria che sono state pagate rispettivamente fino a febbraio 2012 la prima e giugno 2012 la seconda.
Pertanto, vorremmo comprendere, nello specifico, quali siano le motivazioni che hanno determinato un maggiore arretrato, circa un anno, nel pagamento dell’indennità di Polizia Postale rispetto alle altre indennità di specialità, atteso che la procedura per l’acquisizione dei fondi dalle Società Concessionarie al Ministero dell’Interno per la successiva emissione degli ordini di accreditamento a favore delle Prefetture U.T.G. interessate, è la medesima.
Ma quello che è assolutamente incomprensibile e grave, a parere del SIULP, è la scarsa attenzione nei confronti dei colleghi della Polizia Postale, infatti, sempre con riferimento alla Vostra nota del 12 febbraio, apprendiamo che lo scorso Ottobre 2012 è stata richiesta al Ministero dell’Economia e delle Finanze, una riassegnazione di fondi per il pagamento dell’indennità di Polizia Ferroviaria e Polizia Stradale, relativo ad alcuni periodi dell’anno 2012, senza fare alcun riferimento alla Polizia Postale.
Premesso quanto sopra, si chiede di conoscere quali siano le motivazioni che hanno indotto l’Amministrazione a non produrre analoga richiesta di riassegnazione fondi per il pagamento dell’Indennità di Polizia Postale, atteso peraltro che i colleghi interessati hanno un maggiore arretrato (da Aprile 2011) e contestualmente di attivare i competenti Uffici per sanare detta sperequazione.
Resta inteso che, auspichiamo, uno snellimento della procedura di acquisizione dei fondi stanziati dalle Società Concessionarie, per consentire di erogare con maggiore regolarità e senza ritardi significativi, le spettanze dovute ai colleghi della Polizia Ferroviaria, Stradale e Postale.”